INFORMATIVA AI SENSI DELL’ART. 13 D. LGS. 196/2003, ART. 13 E 14 REG. UE 679/2016 E D. LGS. 101/2018

Ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 (di seguito denominato T.U.), e della disciplina introdotta dal Regolamento UE 679/2016, e dal D. Lgs. 101/2018, ed in relazione ai dati personali che formeranno oggetto di trattamento, informiamo di quanto segue; anche ai sensi e per le finalità di cui alla Delibera 19.12.2018 del Garante per la Protezione dei dati Personali.

1) Finalità del trattamento dei dati. Il trattamento: a) è diretto all’espletamento da parte dell’Avvocato del mandato professionale conferito, nel modo più ampio ma nel rispetto delle leggi vigenti, al fine della compiuta ed esatta tutela del rappresentato nei confronti di terzi o dell’Autorità Giudiziaria, ed anche per attività stragiudiziale; b) è svolto nell’ambito del rapporto fiduciario con il Cliente e con il vincolo del segreto professionale come previsto dalla Legge Professionale e dalle norme deontologiche forensi.

2) Modalità del trattamento dei dati. Il trattamento: a) è realizzato per mezzo delle operazioni o complesso di operazioni indicate dall’art. 4, 1° comma, lett. a), del T.U.: raccolta; registrazione e organizzazione; elaborazioni, compresi modifica, raffronto/interconnessione; utilizzo, comprese consultazione, comunicazione; conservazione; cancellazione/distruzione; sicurezza/protezione, comprese accessibilità/confidenzialità, integrità, tutela; selezione, estrazione, blocco; b) è effettuato anche con l’ausilio di mezzi elettronici o comunque automatizzati; c) è svolto direttamente dall’Avvocato titolare dello studio, dai collaboratori, interni allo studio, dai dipendenti, incaricati del trattamento, o da altri Avvocati delegati in sostituzione per singoli atti o attività, sempre sotto la responsabilità dell’Avvocato incaricato dal mandante e con il vincolo del segreto professionale.

3) Conferimento dei dati. Il conferimento dei dati personali, comuni, sensibili e giudiziari, é strettamente necessario allo svolgimento dell’attività professionale di cui al punto 1) sia in campo stragiudiziale che giudiziale e all’esatto compimento dell’incarico ricevuto.

4) Rifiuto di conferimento dei dati. L’eventuale rifiuto da parte dell’interessato di conferire i dati personali nei casi di cui al punto 3, comporta l’impossibilità dello svolgimento dell’incarico professionale, e quindi di accettare il medesimo mandato da parte dell’Avvocato.

5) Comunicazione dei dati. I dati personali possono essere comunicati – per le finalità di cui al punto 1, lett. a) e per essere sottoposti a trattamenti aventi le medesime finalità o obbligatori per legge – ai terzi per ragioni inerenti al mandato professionale e alla trattazione stragiudiziale o giudiziale della controversia di cui all’incarico professionale, e segnatamente all’autorità giudiziaria, alle controparti, loro Avvocati, patrocinatori, consulenti, commercialisti, incaricati, rappresentanti, arbitri, mediatori; periti e consulenti tecnici nominati dalla parte, dalla controparte, o dall’autorità giudiziaria; soggetti del settore assicurativo, quali assicuratori, coassicuratori e rassicuratori, agenti, subagenti produttori di agenzia, società di servizi o persone fisiche a cui siano affidate la gestione, la liquidazione e il pagamento dei sinistri; istituti bancari e SIM; organismi ministeriali ed altre banche dati nei confronti delle quali la comunicazione dei dati è obbligatoria. Inoltre i dati personali possono essere comunicati, per le finalità di cui al punto 1, lett. a) e b), a collaboratori, dipendenti o sostituti, anche temporanei o per singoli atti o attività, ai sensi delle vigenti disposizioni di legge e nel rispetto del segreto professionale;

6) Diffusione dei dati. I dati personali non sono soggetti a diffusione.

7) Trasferimento dei dati all’estero. I dati personali possono essere trasferiti verso Paesi dell’Unione Europea e verso Paesi terzi rispetto all’Unione Europea, per finalità inerenti allo svolgimento del mandato ricevuto di cui al punto 1. Sarà comunicato all’interessato se esista o meno una decisione di adeguatezza della Commissione UE.

8) Diritti dell’interessato. L’art. 7 del T.U. conferisce all’interessato l’esercizio di specifici diritti, tra cui quelli di ottenere dall’Avvocato titolare la conferma dell’esistenza o meno dei propri dati personali e la loro messa a disposizione in forma intelligibile; di avere conoscenza dell’origine dei dati, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento; degli estremi identificativi del titolare e dei soggetti cui i dati possono essere comunicati; di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o in blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché l’aggiornamento, la rettifica, o se vi è interesse, l’integrazione dei dati; di opporsi, per motivi legittimi, al trattamento stesso. L’interessato potrà richiedere per iscritto il trasferimento dei dati ad altro titolare del trattamento, sotto la propria responsabilità e potrà proporre reclamo all’autorità garante per la protezione dei dati personali.

9) Titolare del trattamento. Titolare del trattamento è l’Avv. Annalisa Gasparre la quale può avvalersi dei propri collaboratori o dipendenti nelle forme di legge e di cui al regolamento UE 679/2016 ricorrendone i presupposti. Ogni informazione in merito alla individuazione dei responsabili del trattamento e dei soggetti a cui vengono comunicati i dati può essere richiesta al medesimo presso lo studio ove ha avuto inizio l’attività o è stato conferito il mandato professionale.

Avv. Annalisa Gasparre