L’imputato è stato ritenuto colpevole del reato di molestie per aver citofonato alla vicina di casa in piena notte. 

Il racconto che inchioda l’imputato aveva trovato conferma nelle dichiarazioni testimoniali che avevano riferito di aver riscontrato, in più occasioni, che il citofono era stato manomesso con l’uso di uno stecchino per provocarne il funzionamento ininterrotto.

#

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.